NEWS

GARANZIA PUBBLICA E CREDITO BANCARIO: NUOVE MISURE FINANZIARIE PER LE IMPRESE

Il cosiddetto Decreto Liquidità (D.L. 08 aprile 2020, n.23) ha reso operative nuove misure a supporto di imprese, artigiani, autonomi e professionisti: nello specifico il riferimento normativo è dato dall’art. 13 del Decreto.

Tale articolo ha potenziato ed esteso l’accesso alle coperture del Fondo Centrale di Garanzia (FCG) così da poter assicurare una maggiore liquidità a favore delle aziende e dei professionisti.

Fino al 31 dicembre 2020 valgono le seguenti nuove regole del FCG:

  • Gratuità della garanzia
  • Importo massimo garantito per singola impresa elevato da 2,5 a 5 milioni di euro
  • Estensione della garanzia su singole operazioni alle imprese con numero di dipendenti non superiore a 499
  • Garanzia concessa senza valutazione del soggetto beneficiario da parte del FCG
  • Estensione garanzia anche in favore di soggetti segnalati in centrale rischi come “inadempienze probabili” nonché con presenza di operazioni classificate come “scadute” o “sconfinanti deteriorate” successivamente alla data del 31 gennaio 2020
  • Garanzia concessa anche alle imprese che, in data successiva al 31 dicembre 2019, sono state ammesse alla procedura del concordato con continuità aziendale, hanno stipulato accordi di ristrutturazione o hanno presentato un piano di risanamento
  • Possibilità di cumulo della garanzia del Fondo con altre garanzie per le operazioni di investimento immobiliare nei settori turistico – alberghiero e delle attività immobiliari, con durata minima di 10 anni e di importo superiore a euro 500.000,00

E’ inoltre previsto un forte snellimento delle procedure burocratiche per accedere all’intervento del FCG ed un innalzamento delle percentuali di copertura delle garanzie ad almeno l’80% del finanziamento erogato dalla banca.

All’interno di questo principio generale le misure di intervento di maggior interesse possono essere individuate nelle seguenti:

  • Art. 13.1 misura m) garanzia al 100% per i prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi fino a un massimo di 25.000 euro, senza alcuna valutazione del merito di credito. In questo caso le banche potranno erogare i prestiti senza attendere il via libera del Fondo di Garanzia;
  • Art. 13.1 misura c) garanzia al 90% per i prestiti fino a 5 milioni di euro il cui importo sia, in alternativa: non superiore al 25% del fatturato del 2019 - il doppio delle spese per il personale sostenute nel 2019 o per l’ultimo anno disponibile - pari al fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento da attestarsi con apposita autocertificazione;
  • Art. 13.1 misura e) garanzia all’80% per operazioni di rinegoziazione di finanziamenti esistenti, ancorchè non già garantiti dal FCG, a condizione che sia prevista la contestuale erogazione di credito aggiuntivo al soggetto beneficiario pari ad almeno il 10% dell’importo del debito rinegoziato;
  • Art. 13.1 misura n) garanzia al 100% per operazioni di cui alla misura c) ed e), riservato alle aziende i cui ricavi non superino € 3.200.000; l’importo del finanziamento non può superare il 25% dei ricavi; la garanzia al 100% si realizza attraverso il supporto dei Confidi.

Le misure sono attivabili tramite l'intervento e la garanzia di Ascomfidi Varese/Asconfidi Lombardia.

Scarica il file excel per avere un quadro d'insieme delle principali misure e un'indicazione dei costi del nostro intervento:

INFORMATIVA MISURA M

Scarica la scheda tecnica relativa alla misura M del Decreto Liquidità

INFORMATIVA MISURA C

Scarica la scheda tecnica relativa alla misura C del Decreto Liquidità

INFORMATIVA MISURA E

Scarica la scheda tecnica relativa alla misura E del Decreto Liquidità

INFORMATIVA MISURA N

Scarica la scheda tecnica relativa alla misura N del Decreto Liquidità